Consulenze d’oro all’Asp di Cosenza: nei guai Andrea Gentile, figlio del senatore Ncd Tonino PDF

asp-cosenza

E’ indagato insieme ad un altro avvocato, Alessandro Ventura

Tra le ipotesi accusatorie: abuso di ufficio, falso ideologico, truffa ed associazione a delinquere

COSENZA Tre pagine, di cui una con un semplice stralcio dall’inchiesta principale. Sono le parti della richiesta predisposta dal pm Domenico Assumma e accolta dal gip Rosario Branda che stabilisce la sospensione di due mesi a carico di Gianfranco Scarpelli dal ruolo di direttore generale dell’Asp di Cosenza in cui viene menzionato Andrea Gentile, avvocato e consulente dell’Azienda sanitaria e anche lui indagato nel filone giudiziario sulle consulenze d’oro. Il cognome, non è un caso: si tratta del figlio del senatore Antonio Gentile, eletto nel Pdl e ora uomo forte del Nuovo Centrodestra calabrese. Il senatore, com’è noto, è il principale sponsor politico di Scarpelli e, com’è logico, è stato il sostenitore più forte delle politiche di risanamento della Sanità cosentina avviate da Scarpelli.

  • Consulenze d'oro all'Asp di Cosenza: nei guai Andrea Gentile, figlio del senatore Ncd Tonino PDF

Veniamo alla richiesta di Assumma: il nome di Andrea Gentile appare a pagina 11, dopo l’elenco dei capi di imputazione che hanno motivato il provvedimento nei confronti del dg. Gli inquirenti parlano chiaro: citano la Commissione d’accesso che ha operato presso l’Asp tra la fine del 2012 e il principio dell’estate del 2013 per ribadire la presunta illegittimità (definita addirittura «patente») del comportamento di Scarpelli, che avrebbe consentito a Nicola Gaetano, l’avvocato di Paola indagato assieme a Scarpelli e ad altri professionisti, «di agire come vero e proprio monopolista, nel senso sia di ottenere per sé il maggior numero di affidamenti sia di pilotare verso legali amici (si pensi alla figura del Gentile Andrea) gli ulteriori affidamenti». La parentesi, anziché celarla, mostra fin troppo la dinamica ipotizzata dalla Procura di Cosenza. Esemplifichiamola. Punto primo: Scarpelli avrebbe reso Gaetano “dominus” degli incarichi e delle consulenze legali relative all’Asp per 900mila euro. Punto secondo: Gaetano, oltre che avvocato è stato dirigente del Pdl. Punto terzo: il Pdl è stato lo sponsor politico di Scarpelli, che sarebbe anche amico personale di Gaetano. Un dettaglio interessante emerge a pagina 12, dove viene citato uno stralcio di informativa della Guardia di finanza, per provare i rapporti tra Scarpelli e il professionista paolano: riguarda uno scambio di e-mail intercettate dalle Fiamme gialle. In una di queste e-mail Gaetano segnalerebbe a Scarpelli proprio Andrea Gentile per alcuni incarichi legali. Lapidario il commento degli inquirenti, appena poche righe più sotto, riguardo i rapporti Gaetano-Andrea Gentile. Quest’ultimo è definito «professionista con il quale Gaetano Nicola è legato da assidui rapporti di affari, come dettagliatamente evidenziato dalla Gdf». E poi, di nuovo tra parentesi, un altro dettaglio: «Merita di essere evidenziato come il Gaetano e il Gentile (…) si appellano come “compari”». Ne emergono una “colleganza” e un’amicizia piuttosto strette tra i due. Bastano per includere una persona in un’inchiesta? L’inchiesta, comunque, è così delicata da meritare un capitolo a sé, almeno per quel che riguarda Gentile. Infatti, merita di essere citato lo stralcio, con cui, il 24 gennaio, il pm Assumma ritiene necessari altri approfondimenti nei confronti dell’avvocato Gentile e di Alessandro Fedele Ventura e dispone un procedimento autonomo a carico dei due per abuso d’ufficio, falso ideologico, truffa e associazione a delinquere. Ovvio che la posizione di Gentile e Ventura dipenda da quella di Scarpelli e di Gaetano (coindagato con i due anche in questo stralcio), sebbene al riguardo ci saranno indagini a parte. La prossima parola spetta gli inquirenti e, a questo punto, al Riesame, presso cui i legali di Scarpelli hanno già annunciato di volersi appellare. Reggerà l’impianto accusatorio della Procura che, se confermato, getterebbe una luce non bella sulla Sanità cosentina?

 Fonte http://portale.loradellacalabria.it/dettaglioArticolo.asp?id=14213

Foto web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close