ORSOMARSO – Ricordate? “Richiesta di derivazione delle acque ad uso idroelettrico, in argo del Fiume Argentino, nel territorio comunale di Orsomarso (CS)”. Presentata opposizione

orso_0057 (2)

 

 

Questa è la richiesta presentata in Comune.

Dati generali
Ente

Comune di ORSOMARSO

U.O.R. Mittente

Ufficio Tecnico Comunale

Nr.atto

290

Data atto

27/01/2015

Oggetto

Richiesta di derivazione delle acque ad uso idroelettrico, in argo del Fiume Argentino, nel territorio comunale di Orsomarso (CS).

Data pubblicazione

27/01/2015

Data scadenza

27/02/2015

 

 

Contro questa richiesta Pino Blundi ha presentato un’opposizione  a nome di due associazioni.

 

Questo è un lavoro politico prezioso, perchè ha come finalità la tutela del BENE COMUNE. E’ l’aspetto più nobile della politica.

Ecco il testo

#######################

Osservazioni al progetto di utilizzazione delle acque del fiume Argentino a scopo idroelettrico.

            Vista l’ordinanza del Dirigente del Settore Ambiente e Demanio Idrico della Provincia di Cosenza trasmessa al Comune di Orsomarso in data 26/01/2015 prot. N° 6340;

Premesso

 

            Che le nostre Associazioni hanno tra le proprie finalità la tutela e valorizzazione dell’ambiente;

            Che lo Statuto Comunale ha tra le proprie finalità la promozione e la partecipazione dei singoli cittadini, delle Associazioni e delle forze sociali ed economiche alle attività amministrative;

            Che l’ordinanza sopra richiamata consente a chiunque di prendere visione degli elaborati progettuali e di presentare eventuali opposizione e/o osservazioni;

Si osserva

 

            Che nella relazione al progetto non si fa alcun riferimento alla seguente normativa comunitaria:

  • n. 1985/337/CEE del 27.06.1985 – Direttiva del Consiglio concernente la valutazione dell’impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati;

  • n. 1977/11/CEE del 03.03.1997 – Direttiva del Consiglio che modifica la direttiva 85/337/CEE concernente la valutazione dell’impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati;

  • n. 2001/42/CEE del 27.06.2001 – Direttiva del Consiglio concernente la valutazione degli effetti di determinati piani e programmi sull’ambiente;

            Che nella relazione al progetto non risultano richiamate le seguenti disposizioni legislative, da rispettare, nonostante il progetto ricada nell’area protetta del Parco Nazionale del Pollino:

  • DLgs 490/99 -Testo unico delle disposizioni legislative in materia di beni culturali e ambientali, a norma dell’articolo 1 della legge 8 ottobre 1997, n. 352.

articolo 146-Beni tutelati per legge-

Sono comunque sottoposti alle disposizioni di questo Titolo in ragione del loro interesse paesaggistico:
(…) c) i fiumi, i torrenti ed i corsi d’acqua iscritti negli elenchi previsti dal testo unico delle disposizioni di legge sulle acque ed impianti elettrici, approvato con regio decreto 11 dicembre 1933, n. 1775, e le relative sponde o piede degli argini per una fascia di 150 metri ciascuna;(…) ( il fiume Argentino risulta in tale elenco a partire dallo sbocco nel fiume Lao );

Si segnala comunque la seguente pronuncia: “Consiglio di Stato, Sez. VI, n. 3264, del 27 giugno 2014 Beni Ambientali. Sussistenza vincolo fiumi e torrenti non ricompresi nell’elenco delle acque pubbliche.”

  • Legge 394/91 – Legge quadro sulle aree naturali protette;

  • DPR 15 novembre 1993 – Istituzione dell’Ente Parco Nazionale del Pollino (allegato A misure di salvaguardia)

  • Legge n° 36/1994 – Disposizioni in materia di risorse idriche (art. 25 c. 1 discipline delle acque nelle aree protette);

  • R. n. 10/2003 -Norme in materia di aree protette art. 9 -Misure di salvaguardia-;

            Si segnala inoltre che la Valle del fiume Argentino, interessata all’intervento richiesto, fa parte dell’elenco dei siti di importanza comunitaria e delle zone di protezione speciale, individuati ai sensi delle direttive 92/43/CEE e 79/409/CEE. ( Ministero dell’ambiente DM 3 aprile 2000)

Che, pertanto, le suddette normative sopra richiamate sono da ritenere non rispettate

 

            Che il Comune di Orsomarso ha in itinere il Piano Strutturale Comunale e, in tal caso, vanno osservate le misure di salvaguardia, in modo particolare nell’area in questione, nella quale sussistono da tempo attività commerciali, opere di protezione idraulica e di urbanizzazione. L’intervento in questione andrebbe a ledere in modo irrimediabile un’area che per le  situazioni di fatto esistenti e per la vocazione del posto, al netto delle disposizioni legislative in materia, deve avere, comunque, tutt’altra destinazione.

Alla luce di quanto esposto si ritiene che vi siano i presupposti di legge affinché il progetto di che trattasi non sia ammesso a realizzazione.

Tanto viene richiesto agli enti che hanno, a vario titolo, competenza in materia.

Orsomarso,16/02/2015

Associazione di Promozione Sociale “Augusto Daolio”

Presidente Giuseppe Blundi

Associazione Culturale “Abystron”

Presidente Stefano Sangiovanni

One Reply to “ORSOMARSO – Ricordate? “Richiesta di derivazione delle acque ad uso idroelettrico, in argo del Fiume Argentino, nel territorio comunale di Orsomarso (CS)”. Presentata opposizione”

  1. francesco Quattrone ha detto:

    Giudico demenziale la richiesta di derivazione delle acque del fiume Argentino e ancor più demenziale che il dirigente provinciale dell’ ambiente non l’abbia cestinata: l’argentino ne verrebbe impoverito e stravolto, perdendo il fascino di un corso d’ acqua che il mondo ci invidia.
    Grazie per esservi opposti e tenetemi a vostra disposizione per ogni iniziativa di mobilitazione contro questa pazzesca pretesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Articoli più letti

Archivio articoli
Categorie
Close