FESTA DELL’AMICIZIA

.

Sapete che pubblico fotografie a colori solo quando rimandano a momenti del nostro passato, per coltivare la memoria della nostra comunità. Questa è una di quelle.

Riporta alla “Festa dell’amicizia” di qualche decennio addietro. Al tempo in cui pochi partiti (sette / otto) si contendevano il governo dell’Italia. Erano partiti che avevano un radicamento sociale diffuso, facevano riferimento a valori e a strutture ideologiche seri. La violenza della dittatura fascista li aveva bastonati e in qualche modo scrostati.

Con gli anni Settanta il capitalismo ritorna a dettare le regole. Quelli della Goldman Sachs fanno sapere che le Costituzioni uscite dalla Resistenza sono troppo democratiche. In Italia prendono servizio le controfigure. Otto partiti sono troppi (oggi una scheda elettorale sembra un lenzuolo per contenere tutti i simboli!); la legge elettore proporzionale va smantellata; i beni dello stato vanno venduti; sanità, Enel, Ferrovie, Trasporti pubblici, servizi privatizzati…

E i partiti?

Nascono i partiti fotocopia al servizio dei poteri forti, scatole vuote, creature generate da un leader, che detta le regole e stabilisce la linea politica.

Per cortesia, ridateci Fanfani, Zaccagnini, Tina Anselmi (E’ sua la grande riforma della sanità pubblica), Dossetti, La Pira, Piero Calamandrei, Guido Dorso, Tristano Codignola, Paolo Cinanni, Foa, Di Vittorio, La Malfa, Lombardi, Brodolini, Pertini, Terracini  …

Ridateci gente che abbia a cuore il benessere del territorio e dei cittadini; gente che si prenda cura della giustizia sociale, della libertà, della pace, della democrazia, dei beni comuni, del lavoro, della scuola.

 

Un briciolo di dignità per questa nazione!

.

Nella foto si riconoscono da sx: Papa, Pugliese, Forestieri, Paravati, Crudo e Campagna

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Archivio articoli
Categorie
Close